Dual Boot Windows Xp – Windows Vista

Condividi

Esiste un metodo semplice per ottenere un Dual Boot pulito anche in presenza di Boot multipli precedenti. Esempio con :

- Vista in C:\
- Windows Xp in D:\

Installare per primo Windows XP (nel disco D:\ – in modo da poter successivamente installare Vista nella partizione principale), lasciando l’altra vuota o con qualsiasi altro sistema operativo.

IMP: Una volta installato effettuare il salvataggio (su di un floppy o drive pen o altro disco) di questi 3 FILE:

- Boot.ini
- NTdetect
- NTLDR

qual’ora non riusciate a visualizzarli dovrete andare alla voce di Esplora Risorse:

- Strumenti – opzioni cartella – visualizzazione – visualizza file e cartelle nascosti. (XP)
Oppure
- Organizza – Opzioni cartelle e ricerca – visualizzazione – visualizza file e cartelle nascosti . (VISTA)

Di seguito installate Windows Vista in C:\ , sovrascrivendo tranquillamente o formattando la partizione esistente in C:\, senza aver timore di aver cancellato alcunchè. Ovviamente al riavvio sucessivo , potrete partire con disponibile, unicamente Windows Vista .

A questo punto dovrete utilizzare Easy Boot CD, come descritto in questa pagina, creando i presupposti per il dual boot tra XP e VISTA, selezionando a priori quale sarà il sistema operativo che desiderate par partire per primo.

Ricordate i file che vi abbiamo fatto salvare ?? è ora di tirarli fuori, per potere accedere ad un semplice dual boot Vista / XP.

Copiate i 3 file nella root di C:\ – (nella partizione in cui avete installato Vista)

A questo punto dovrete eventualmente modificare il Vs. file BOOT.ini per ottenere il dual boot, come segue:

[boot loader]
timeout=3
default=multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(2)\WINDOWS
[operating systems]
multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(2)\WINDOWS=”Microsoft Windows XP Professional” /fastdetect

Post to Twitter

Condividi

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>