32 bit o 64 bit?

Condividi

Spesso molti si chiedono se sia il caso di passare dal proprio pc che ha un’architettura a 32 bit, ad uno nuovo con architettura a 64 bit! ma ne vale davvero la pena? si conoscono davvero vantaggi e limiti di un’architettura a 64 bit? Vediamo di fare una breve analisi…

Il discorso sull’architettura a 64 bit va diviso in due parti: hardware e software. I processori che supportano la tecnologia a 64 bit sono presenti da anni sul mercato, e sin dall’inizio schede madri e BIOS dovevano per forza essere in grado di operare con essi. Tutto l’hardware uscito negli ultimi anni è compatibile a 64 bit.

L’evoluzione del software verso i 64 bit è invece molto più lenta, per vari motivi che spieghiamo di seguito. I vantaggi di un sistema a 64 bit rispetto ad uno a 32 bit sono la possibilità di gestire e disporre di una maggiore quantità di memoria ed elaborare una quantità di informazioni doppia, il che si traduce generalmente in maggiori prestazioni.

I programmi e le applicazioni a 64 bit sono ampiamente utilizzati in situazioni in cui è necessario eseguire una mole di calcoli: simulazioni, modellazione ed altro presso centri di ricerca e di calcolo.

Il numero delle applicazioni a 64 bit per ambiti domestici e aziendali è limitato, e la scarsa disponibilità è il motivo per cui Microsoft fornisce la versione a 64 bit dei suoi sistemi operativi solo dietro richiesta.

Inoltre, le attuali prestazioni di un sistema operativo e dei programmi a 32 bit sono ampiamente adeguate per la maggior parte delle situazioni, come si può leggere in questo estratto dal sito di Microsoft: “Un computer a 64 bit rappresenta la scelta ottimale per l’elaborazione di file video, l’esecuzione di ricerche in database di grandi dimensioni o l’esecuzione di giochi e altri programmi che richiedono calcoli complessi e una quantità elevata di memoria. Un computer a 32 bit, tuttavia, offre prestazioni adeguate per la maggior parte dei programmi. I fogli di calcolo, i Web browser e i programmi di elaborazione di testo, ad esempio, vengono eseguiti più o meno alla stessa velocità in un computer a 32 bit o a 64 bit”.
Dunque per un uso domestico ma anch aziendale è consigliabile ancora utilizzare i sistemi a 32 bit, mentre quelli a 64 sono consigliati soltanto per centri di ricerca, laboratori avanzati dove sono necessari calcolatori ad alta velocità e prestazioni.

Post to Twitter

Condividi

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>