Migliorare il livello di leggibilità di un articolo all’interno di un blog

Condividi

Chi scrive su un blog saprà sicuramente che la forma di un articolo è fondamentale, talvolta anche più importante del contenuto stesso!

Studiare le abitudini ed i gusti dei lettori: Studiare le abitudini ed i gusti dei lettori è la cosa principale da fare per poi andare ad effettuare cambiamenti grafici, di forma e/o di contenuti al proprio blog per renderlo sempre più “a misura di lettore”.

Utilizzare i titoli secondari: Soprattutto negli articoli più lunghi nei quali spesso si trattano più argomenti, può tornare davvero utile l’utilizzo di titoli secondari (o titoli di intermezzo, come dir si voglia), ovvero, testi di dimensioni leggermente maggiori rispetto al corpo dell’articolo vero e proprio, ma di dimensioni minori rispetto al titolo dell’articolo, che facciano da “spartiacque” tra i vari argomenti trattati.

Utilizzare in maniera ottimale i paragrafi: Suddividere un articolo in paragrafi aiuta incredibilmente la scorrevolezza della lettura, quindi, vanno impostati in modo da non risultare ne troppo brevi (una riga o poco più) ne troppo lunghi (oltre le 7-8 righe).

Utilizzare bene i link: Inserire link utili in un articolo è sempre una cosa buona, ma metterne troppi potrebbe avere un effetto negativo. Altra cosa importante sono i colori: bisogna utilizzarne uno che sia evidente rispetto al testo normale ma non alieno al resto della grafica del blog.

Utilizzare con cautela i link pubblicitari: Chi gestisce un blog conoscerà sicuramente quei servizi che permettono di guadagnare qualche euro inserendo link pubblicitari nei post evidenziando alcune parole chiave. Cosa fondamentale per non rovinare la leggibilità degli articoli contenenti questo tipo di pubblicità è non inserirne in quantità eccessiva.

Inserire immagini: Un articolo senza immagini è un po come una torta senza ciliegina, quindi, in ogni post scritto inserite almeno un’immagine ed in quelli più lunghi non esitate nell’inserirne anche 3-4.
Utilizzare un tema adattabile alle varie risoluzioni di schermo: Non tutti i lettori hanno la stessa risoluzione di schermo, quindi, per rendere la lettura ottimale per chiunque bisogna utilizzare un tema “elastico”, ovvero, che si adatta perfettamente ad ogni schermo e risoluzione.

Utilizzare la giusta dimensione dei caratteri di scrittura: Utilizzare la giusta dimensione dei caratteri di scrittura vuol dire non fare degli articoli ordinati e belli da vedere, ma poi praticamente impossibili da leggere per il loro essere microscopici, e nemmeno fare delle scritte gigantesche comprensibili solo a 7-8 metri di distanza dallo schermo. La misura giusta sta sempre nel mezzo.
Non eccedere con i colori: Utilizzare decine di colori diversi per il testo di un singolo articolo equivale ad un “non leggermi o diventerai matto!”. Il testo nero su fondo bianco è sempre la scelta migliore e, se proprio si vuole sottolineare in maniera diversa qualche passaggio, è meglio utilizzare colori “basilari” come rosso o blu su specifiche frasi e/o parole.

Utilizzare i punti e le numerazioni negli elenchi: Quando in un articolo bisogna fare un elenco, soprattutto se lungo e formato da voci brevi (ad esempio: carne, pasta, frutta, latte ecc.) è buona cosa utilizzare dei punti o dei numeri identificativi per ognuna di esse.

Utilizzare il corsivo ed il grassetto: L’utilizzo del grassetto e del corsivo come sottolineatura di parole o frasi chiave contenute in un articolo è sempre un qualcosa di importante ai fini della scorrevolezza del testo, ma non bisogna mai abusarne o utilizzarli a sproposito.

Post to Twitter

Condividi

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>