Monthly Archives settembre 2017

“Impossibile caricare il sistema operativo. Driver di sistema critico mancante o con errori” (0xC000007B)

Condividi

Questo pc si avviava ma non accedeva a Windows, segnalando l’errore in foto.

“Un dispositivo necessario non è connesso o non è accessibile” (0xC0000225)

L’errore impediva l’avvio del sistema anche in modalità provvisoria e in ambiente di ripristino.

Con un secondo tentativo di ripristino l’errore diventava il seguente

“Impossibile caricare il sistema operativo. Driver di sistema critico mancante o con errori” (0xC000007B)
e veniva segnalato il file

WRkrn.sys

Accedendo al pc da un diverso sistema operativo è stato possibile rinominare il file in questione e risolvere il problema senza dover ripristinare l’intero sistema operativo.

Il file era stato probabilmente corrotto dopo un aggiornamento e questo impediva al pc di avviarsi correttamente.

Post to Twitter

Condividi
Continua a leggere...

Danno al display

Condividi

Quando succede questo c’è ben poco da fare, ma non tutto è perduto.

Il sintomo in questione fa capire che lo schermo LCD del computer è danneggiato, probabilmente per surriscaldamento o in seguito ad una pressione sullo schermo stesso.
E’ possibile sostituire con una spesa contenuta (rispetto all’acquisto di un nuovo pc) il display e tornare ad avere il computer funzionante senza perdere alcun dato personale o impostazione precedente al danno.

Post to Twitter

Condividi
Continua a leggere...

Problemi connessione wifi

Condividi

Il problema: nessun accesso ad internet, sia via cavo di rete che tramite wifi.
La causa: Malware? No.. Avast!

L’antivirus gratuito tra i più scaricati ed utilizzati era probabilmente stato installato male o qualche suo modulo non si era aggiornato correttamente, con il risultato che nessun tipo di connessione funzionava.
Dopo avere effettuato qualche scansione anti-malware e aver disinstallato l’antivirus in questione è bastato procedere all’installazione di un altro antivirus (Webroot) e le connessione hanno ripreso a funzionare.

Post to Twitter

Condividi
Continua a leggere...

Disattivare gli aggiornamenti automatici di Windows 10

Condividi

Microsoft ha annunciato che nelle prossime versioni di Windows gli aggiornamenti non saranno più forzati, ma l’utente avrà la possibilità di scelta (come in passato).

Chi ha ed utilizza un pc con installato Windows 10 si sarà quasi sicuramente imbattuto negli aggiornamenti automatici forzati. A differenza dei predecessori, Windows 10 gestisce automaticamente gli aggiornamenti, forzandoli ed impedendo all’utente di scegliere quando applicarli.

Questo aspetto, molto fastidioso, comporta spesso lunghe attese e in alcuni rari casi la perdita di qualche dato o il blocco del sistema.

Per ovviare a questo problema è possibile utilizzare questa procedura, in modo da programmare gli aggiornamenti e venire quindi avvisati preventivamente quando un aggiornamento è pronto.

  • Cliccare su...
Continua a leggere...

Google Drive va in pensione

Condividi

Google Drive, il noto servizio di sincronizzazione cloud per pc, dispositivi mobili e Mac andrà in pensione. I successori saranno Google Backup and Sync per gli utenti privati e Google Drive File Stream per gli utenti business.

Le due versioni si possono già scaricare, a differenza di Google Drive, che risulta da qualche tempo non più scaricabile.

Google terminerà il supporto per Drive secondo il seguente calendario:

  • ad oggi: client ufficialmente “deprecato”;
  • ottobre 2017: comparsa delle notifiche di avviso nell’app;
  • 11 dicembre 2017: fine del supporto ufficiale;
  • 12 marzo 2018:  l’applicazione cesserà completamente di funzionare.

Post to Twitter

Condividi
Continua a leggere...

SMART Hard disk error

Condividi

I messaggi relativi a S.M.A.R.T. segnalano un imminente guasto all’hard disk.
Solitamente avvisano l’utente per tempo, dando quindi modo di eseguire un salvataggio di tutti i dati personali (backup). Quando però questo errore viene ignorato succede che il disco diventa inaccessibile.
In alcuni casi il pc previene la perdita di dati impedendo l’avvio del sistema operativo (come nel caso della foto).
Qualora si verifichi questa situazione l’unica alternativa è il recupero dati.
Questa operazione può richiedere parecchie ore e non garantisce il recupero totale dei dati.

Meglio quindi tenere controllato il pc ed effettuare spesso backup.

Post to Twitter

Condividi
Continua a leggere...

Potenziamento del pc: dischi SSD

Condividi

Un intervento che si può fare per velocizzare il pc è il cambio del disco rigido.
Oltre al potenziamento della RAM, infatti, è possibile velocizzare sensibilmente il computer cambiando il tipo di hard disk ed installando un SSD (Solid State Disk). La tecnologia utilizzata da questi dischi è la stessa delle chiavette usb, ma con maggiori capacità.
L’installazione di un disco SSD riduce sensibilmente i tempi di avvio del computer fino al 90%. Quindi se per esempio il pc ci impiega 3 minuti per avviarsi, dopo il cambio il tempo di avvio sarà di circa 20 secondi.
La sostituzione del disco non comporta la perdita dei dati e in alcuni casi il vecchio disco può essere mantenuto come secondario, affiancandolo al nuovo ed aumentando lo spazio a disposizione.

Un altro vantaggio è l’a...

Continua a leggere...