Category Windows Vista

Velocizzare il proprio laptop

Condividi

Spesso alcuni si chiedono e soprattutto desidererebbero poter velocizzare il proprio laptop o notebook senza dover necessariamente acquistare nuova RAM, cambiare hard disk o addirittura cambiare completamente notebook.

Quello che invece conviene fare anche per risparmiare un po’ di euro è di ottimizzare le prestazioni del proprio compagno di lavoro in base a quelle che sono le proprie esigenze e il proprio utilizzo:

1. Eliminare effetti grafici inutili di Windows XP o Windows Vista: è possibile disabilitare tutti gli effetti delle finestre tipici di MAC che su Windows Vista appesantiscono parecchio l’utilizzo di programmi e del sistema operativo stesso; si può altrettanto disabilitare gli effetti delle finestre di Windows XP che mostrano le ombreggiature, le trasparenze e quanto ...

Continua a leggere...

Windows Vista: Pulizia files inutili e punti di ripristino

Condividi

Windows Vista è famoso per il suo smodato uso di file e megabyte del disco

Esistono però al suo interno dei programmi che se utilizzati “cum granu salis”, permettono di effettuare una pulizia del disco e di tutti i file inutili accumulatisi nel tempo, si tratta di un trucco semplice, e già presente in Windows Xp, malgrado ciò, poco conosciuto ai più .

Pulizia disco

Per accedere all’utility questa utility dovrete posizionarvi su :

Start – programmi – accessori – utilità di sistema – pulizia disco

A questo punto selezionate l’unità da pulire .

E selezionate la casella dei file inutili che si sono accumulati, compresi:

– temporanei di internet, navigazione offline, segnalazione errori (che trovate nell’immagine seguente) , e se lo desiderate vuotate anche il cestino.

Consigli...

Continua a leggere...

Windows XP, probabile downgrade per ulteriori sei mesi

Condividi

Il termine al downgrade a Windows XP ormai è già stato posticipato per due volte e quello attuale è il 31 Gennaio 2009. Ma in una e-mail, inviata ad un importante partner produttore di PC, Migrosoft, dichiara di essere pronta ad estendere il periodo di downgrade per ulteriori sei mesi.

Attualmente i produttori di OEM, possono fornire al cliente dei CD di recovery per il downgrade a Windows XP, esclusivamente sui computer equipaggiati con Vista Business o Ultimate, quindi se la notizia  sarà confermata, il termine verrà spostato al 31 Luglio 2009.

Post to Twitter

Condividi
Continua a leggere...

Il futuro di Microsoft si chiama Midori

Condividi

A Redmond, quartier generale di Microsoft, dopo il controverso Windows Vista, e in attesa del prossimo Windows 7, atteso per il 2010, pare che stiano lavorando alla prossima generazione di sistemi operativi. Il futuro di chiama «Midori». Un nome che circola in rete da qualche tempo, ma che adesso viene tratteggiato da SDTimes in un articolo con molti particolari catturati da un documento interno di Microsoft.

Dal desktop alla rete. Addio Windows, si tratterà di un sistema operativo completamente nuovo. E soprattutto si baserà su una nuova struttura informatica che segue l’evoluzione tecnologica (e le prospettive individuate da diversi analisti). Punto primo: il desktop andrà in pensione. Punto secondo: il cuore sarà internet...

Continua a leggere...

Il formato WIM

Condividi

Il formato WIM (Windows Imaging Format) è il formato di disk imaging introdotto con Windows VISTA. In realtà il formato WIM esisteva in una release precedente (0.9) già con SMS OS Deployment Feature Pack, ma con la versione introdotta ora con Vista (la 1.0) le features sono decisamente interessanti.

Le caratteristiche principali sono

* Il formato WIM è hardware-agnostic, cioè è possibile utilizzare un file WIM su ogni tipo di piattaforma
* In un singolo file WIM è possibile inserire numerose immagini; Inoltre una di queste immagini può essere “marcata” come “bootable”; in questo modo è possibile fare il boot di un computer partendo da un file WIM;
* Il file permette la compressione e il Single Instancing, ovvero avendo 3 immagini da 1 GB sostanzialmente uguali in un unico file WIM avremo una dimensione minore di 3 GB (di molto) in quanto in caso di file uguali ne viene tenuta una copia sola.
* Il formato WIM permette l’offline servicing; in breve è possibile aggiungere determinati componenti, patch e drivers senza “creare” una nuova immagine ma modificando quella esistente.
* Il formato WIM permette di installare un file immagine in una partizione di qualsiasi dimensione (salvo lo spazio fisico necessario per i i dati contenuti nel file immagine)
* Il formato WIM permette un deployment NON DISTRUTTIVO; in fatti è un formato immagine FILE BASED (al contrario dei più comuni SECTOR BASED); per questo motivo è possibile lasciare sulla partizione di destinazione i dati esistenti prima di “applicare” il file immagine che NON DISTRUGGERA’ quanto trova sul disco.

Il formato WIM 1.0 quindi permette di sfruttare a pieno la modularità con cui è stato pensato Vista. La modularità è infatti una caratteristica peculiare di Vista.

In Vista il sistema operativo comprende un “catalogo” univico che descrive i “componenti”. Per esempio, Internet Explorer è un componente essenziale del sistema operativo e dipende da altri componenti. Tutto questo è descritto in questo catalogo. Sempre in questo catalogo sono descritti migliaia di componenti di Vista che possono essere aggiunti o tolti. La semplicità del tutto sta nel fatto che il componente, per essere considerato “presente” nell’installazione di Vista, non necessita una procedura “unattended” di installazione ma semplicemente di essere “valorizzato” come “1” (ON) anzichè “0” (OFF). Questo semplifica molto  la “costruzione” di un’immagine di sistema operativo; infatti al system engineer che gestisce la build di Vista interessa sapere COSA deve essere presente nell’immagine, non perdere tempo nel sapere COME inserirlo (vedi procedure di installazione unattended, ecc.). Sotto questo aspetto il lavoro fatto di rendere modulare il sistema operativo è assolutamente apprezzabile se si considera che impatta tanti aspetti:

* drivers
* componenti
* features

Il tool che permette di gestire “offline” un’installazione di Windows VISTA è PACKAGE MANAGER (PCKGMGR.EXE)

Le sue funzionalità:

* installa e rimuove paccjetti su un’immagine di Vista non installata (OFFLINE SERVICING)
* applica degli unattended installation answer file settings nella fase offlineServicing configuration pass
* effettua offline installation di language packs e out-of-box driver packages
* abilita o disabilita features del sistema operativo

Voglio ora passare ad uno scenario reale.

La mia infrastruttura IT si compone, tra l’altro, di 1000 Workstation con Windows VISTA Enterprise. Effettuo il deployment tramite WDS (Windows Deployment Service) sul quale ho caricato 3 immagini di Vista che, con diverse configurazioni, coprono tutte gli scenari dei miei client.

Uscirà (prima o poi) il Service Pack 1 di Windows Vista e decido che, dopo gli opportuni test, tutte le mie nuove installazioni client devono:

* essere basate su Windows Vista SP1
* supportare 3 nuove tipologie di hardware (ho comprato dei client nuovi per rimpiazzare quelli più obsoleti)
* avere a bordo la lingua francese (Multilanguage Pack) in quanto i PC potrebbero essere dati in uso a utenti di lingua francese.

Come faccio?

Scenario Windows XP

1. Creo la build da catturare su un PC su cui è supportata
2. Applico il Service Pack
3. Aggiungo i drivers
4. Installo il MultiLanguage Pack Francese
5. Catturo la Build
6...

Continua a leggere...

Windows Search 4.0 distribuito a tutti gli utenti di Vista

Condividi

Non si tratta di “WinFS”, il file system che avrebbe dovuto rivoluzionare le modalità con cui file e documenti vengono memorizzati da parte di Windows ed il cui sviluppo è stato fermato, da parte di Microsoft, nel mese di Giugno 2006, almeno come prodotto “stand alone”.

A debuttare in Windows Vista, entro la fine del mese, sarà invece Windows Search 4.0, prodotto che era stato già rilasciato, nella sua versione finale, lo scorso Giugno. L’azienda di Redmond prevede infatti di distribuirlo, sotto forma di aggiornamento, a tutti gli utenti di Vista.

Windows Search 4.0 è uno strumento che si propone di estendere le funzionalità di ricerca introdotte nelle varie versioni del sistema operativo ossia il “Windows Search” già parte integrante di Vista ed il servizio “Windows Desktop Search” (WDS) di Windows XP.

La struttura del file di indicizzazione impiegato da Windows Search 4.0 è stata completamente rivista in modo tale da poter offrire migliori prestazioni velocistiche.

Non tutte le modifiche saranno tuttavia nascoste “sot...

Continua a leggere...

Rimuovere i file di backup del SP1 di Windows Vista

Condividi

Microsoft ha rilasciato, nei giorni scorsi, il Service Pack 1 per Windows Vista, anche in lingua italiana (ved., a tal proposito, questa notizia).
Dopo l’applicazione dell’aggiornamento, vengono comunque mantenuti sul sistema in uso una serie di file di backup che permettono, in qualsiasi momento, la disinstallazione del Service Pack 1.

Se l’aggiornamento al Service Pack 1 è andato a buon fine, esiste un semplice metodo per liberarsi di tali file. Prima di procedere con quest’operazione di “pulizia” è però indispensabile verificare che, dopo l’installazione del Service Pack 1 per Vista, il sistema sia stabile, che tutti i programmi operino correttamente e che tutte le periferiche funzionino senza problemi.
Rimuovendo i file di backup creati dalla procedura di setup del Service ...

Continua a leggere...

Shell Tools: il menù contestuale si arricchisce di nuove funzionalità

Condividi

Shell Tools è un insieme di strumenti che aggiungono alcune funzionalità alla shell di Windows. In particolare, il software consente di estendere le funzionalità messe a disposizione nel menù contestuale del sistema operativo con alcuni comandi che si rivelano utili in molteplici circostanze.

Ricorrendo al menù contestuale “esteso”, del quale si può fruire dopo l’installazione del programma, è possibile aggiungere dei commenti a qualsiasi file, visualizzare i file nascosti, copiare gli indirizzi memorizzati tra i Preferiti di Internet Explorer, caricare od installare fonti di carattere, registrare od annullare la registrazione di librerie DLL, OCX ed eseguibili.

Dopo avere installato Shell Tools, l’utente può decidere liberamente quali comandi desidera vengano inseriti nel menù contestuale di Windows.

Shell Tools suddivide i...

Continua a leggere...

Recuperare files cancellati con la funzione Shadow Copy di Windows Vista

Condividi

Si chiama Shadow Copy la funzionalità introdotta in Windows Vista che consente di recuperare una precedente versione dei file sui quali si sta lavorando. Abilitata per default nelle versioni Ultimate, Business ed Enterprise di Vista, può essere utilizzata facendo clic con il tasto destro del mouse su un file o su una cartella quindi accedendo alla voce Versioni precedenti. Si otterrà la cronologia delle modifiche apportate al contenuto di un documento o di una cartella.

Shadow Copy non è una soluzione di backup completa ma può “salvarvi la vita” in molte circostanze ad esempio qualora si dovesse realizzare di non disporre di una copia di sicurezza aggiornati dei documenti sui quali si stava lavorando.

L’utilità gratuita ShadowExplorer consente di accedere alle informazioni ge...

Continua a leggere...

Ecco le compatibilità di Vista

Condividi

È stato aperto ufficialmente alla fine della scorsa settimana il sito Vista Compatibility Center di Microsoft.

Per il momento accessibile solo in versione beta, il sito contiene un elenco di circa 9.000 prodotti hardware e software dei quali si certifica la loro compatibilità o meno con Windows Vista.

Il sito fa parte di una strategia avviata da Microsoft con l’obiettivo di creare una reputation positiva sul suo ultimo sistema operativo, dimostrando sia agli utenti consumer sia alle aziende, la sua maturità.

Post to Twitter

Condividi
Continua a leggere...